Bad Boys For Life i ragazzi sono tornati recensione

Bad Boys For Life i ragazzi sono tornati, Mike ( Will Smith ) e Marcus ( Martin Lawrence ).

Parlare del  franchise di Bad Boys è simile a discutere della città che fa da sfondo. Miami è sfarzosa, glamour, audace e piena di aspetti. 

Il terzo film della serie è molto simile a un terzo viaggio a Miami: sai cosa otterrai. 

Non andrai a Miami per conoscere la cultura della città, visitare un museo o ottenere un nuovo apprezzamento per un popolo. Ti siederai sulla spiaggia, festeggerai e tornerai a casa con i postumi della sbornia con alcune storie.

Bad Boys for Life,  il primo  Bad Boys dopo 17 anni, offre esattamente questo: la trama è semplice, l’azione non spinge alcun limite, eppure te ne andrai dal cinema dopo esserti divertito.

Will Smith e Martin Lawrence ‘ BAD BOYS FOR LIFE.

l team di Mike ( Will Smith ) e Marcus ( Martin Lawrence ) sono tornati. Mentre Marcus cerca di ritirarsi, Isbael Aretas ( Kate del Castillo ) un criminale messicano manda suo figlio a Miami per dare la caccia a poliziotti e giudici che hanno abbattuto la loro famiglia, tra cui Mike. 

Quando Mike viene colpito, Marcus decide di appendere il suo distintivo, mentre Mike vuole vendicarsi.

Bad Boys for Life è facilmente il migliore della serie, anche se questo non dice molto. 

Parte del passaggio è perché è stato diretto da Adil El Arbi e Bilall Fallah piuttosto che da  Michael Bay (anche se ha un cameo). 

Ma soprattutto, è a causa della chimica di  Smith e Lawrence , della posta in gioco leggermente elevata e di un tono un po ‘più scuro.

Bad boy II è anche su Prime Video, abbonati cosa aspetti?

bad boys for life-ragazzi-Mike- Will Smith -Marcus -Martin Lawrence
bad boys for life-ragazzi-Mike- Will Smith -Marcus -Martin Lawrence

Allo stesso tempo, sembra che Bad Boys sia un franchising che non sarebbe dovuto nascere, ma solo perchè il genere d’azione si è evoluto con film come John Wick  e  Mad Max: Fury Road. 

Ma diciamolo francamente Bad Boys è Bad Boys .

Bad Boys For Life  è chiaramente un passo avanti per il franchising

Nel ripensare  Bad Boys II ,mi sono ricordata il motivo per cui lasciare Michael Bay alle spalle fosse stato meglio (vedi anche: Bumblebee) . 

Il film utilizza sequenze d’azione mediocri e difficili da seguire e mette in ombra il modo in cui  Smith  e  Lawrence si  allontanano. 

Fortunatamente,  ritorna nei loro personaggi più del suo predecessore. Mike deve affrontare alcune decisioni che ha preso nel suo passato mentre Marcus sta cercando di trovare una nuova vita dopo la sua carriera.

bad boys for life-ragazzi-Mike- Will Smith -Marcus -Martin Lawrence
WILL SMITH Mike Lowrey BAD BOYS FOR LIFE.

Mentre i due affrontano le loro lotte interne e la fine della loro carriera (Marcus dice anche che è tempo per loro di essere “uomini buoni”), il film assume un tono inaspettato e più oscuro. 

Proprio come la città di Miami,  Bad Boys for Life è fantastico da vedere. I set sono accattivanti e mentre l’azione non è nulla di innovativo, sono girati molto meglio dei due film precedenti. 

Invece di un milione di tagli rapidi, puoi finalmente seguire ciò che sta realmente accadendo. Ci sono alcuni scatti fantastici, specialmente durante il climax.

Ma forse la cosa migliore – e la più sorprendente – che posso dire è questo terzo film non ha voglia di far rivivere un franchise solo per soldi. 

Sembra che sia stato fatto con più cura e sforzo di uno dei primi due. Dalla storia e dalla sceneggiatura alla produzione attuale, sembra un vero sforzo per rilanciare il franchise e renderlo migliore più che mai.

Tuttavia, è difficile definirlo un buon  film

Sì, è un enorme passo avanti in un franchise d’azione nella media. C’è sicuramente molto da divertirsi, ma va bene?

È difficile da dire. Ci sono molti momenti imbarazzanti, l’umorismo (sebbene soggettivo) sembra giovanile e, a volte, sembra che Smith e soprattutto Lawrence  abbiano superato il loro apice.

Hunters prime impressioni sulla serie Amazon con il grande Al Pacino

Ci sono così tante volte che puoi tagliare scene in cui Lawrence accartoccia il viso urlando “Oh merda Mike”. Marcus parla del porno mentre il resto della squadra può sentirlo è un altro bavaglio che si sentirebbe più a suo agio in una commedia di Will Ferrell degli anni 2000 piuttosto che qui.

Will Smith e Martin Lawrence BAD BOYS FOR LIFE.

L’uso della tecnologia si è rivelato particolarmente fuori dal mondo per tutto il film. 

Otteniamo riferimenti al dark web, ai “trend di upload” e ai droni, che purtroppo vanno oltre la sospensione dell’incredulità nel modo in cui vengono utilizzati. 

Quando inizi a esplorare temi come la religione, la morte, la famiglia e il modo in cui determina chi sei,  Bad Boys for Life inizia a farci sentire che ha dimenticato ciò che lo rende divertente. Tonalmente, il film passa dall’azione intensa al momento serio e diventa stridente dopo un po ‘.

I Bad Boys sono tornati e meglio che mai. Ma è abbastanza?

Bad Boys for Life, proprio come la città di Miami, inchioda lo sfarzo e il glamour. È fantastico da guardare ed è abbastanza divertente al momento. Non appena te ne vai, però, ti rendi conto di quanto poco si trova sotto la superficie.

Bad Boys for Life è un campionato migliore di chiunque altro abbia previsto per un intervallo di 17 anni tra i film. È un gradito ritorno a ciò che  Will Smith fa meglio, e la sua chimica con Martin Lawrence è più che mai buona. 

Lasciare l’ex regista  Michael Bay alle spalle consente al film di andare in nuovi posti e assumere un tono diverso in meglio.

Alla fine,  Bad Boys for Life si sente ancora come un franchise d’azione di seconda categoria grazie all’umorismo mediocre e ai cambiamenti tonali stridenti. 

Certo, è divertente e avrai due ore di divertimento, ma è ancora difficile definire Bad Boys for Life un buon film.

Bad Boys For Life è ora al cinema

bad boys for life-ragazzi-Mike- Will Smith -Marcus -Martin Lawrence