The Outsider 1×03 recensione

Il mistero si approfondisce nel terzo episodio dell’adattamento di The Outsider della HBO di Stephen King .

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

Il detective Ralph Anderson (Ben Mendelsohn) è ancora in congedo obbligatorio dopo la sparatoria avvenuta fuori dal tribunale che ha ucciso sia Terry Maitland (Jason Bateman) che Ollie Peterson (Joshua Whichard). 

Ma Ralph non lascia il caso, congedo obbligatorio o no.

Ci sono diverse ragioni per la sua tenacia. Si sente in colpa per il modo in cui ha gestito l’arresto di Terry. 

The Outsider recensione 1×02

È preoccupato che se avesse sbagliato, l’assassino potrebbe essere ancora là fuori. Ed è sconcertato dalle prove contrastanti.

Outsider è un’ustione lenta, senza dubbio, ma fa un ottimo lavoro nel creare quel senso di terrore crescente. 

Il caso di Terry Maitland e del ragazzo che presumibilmente ha ucciso è sconcertante, ma per l’episodio terzo è anche abbastanza chiaramente soprannaturale. 

“Non ho tolleranza per l’inspiegabile”,

dice Ralph a un certo punto. Sembra che dovrà abituarsi.

Quindi scompattiamo i vari eventi che hanno avuto luogo nell’episodio 1×03 di Outsider.

Jack

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

Per prima cosa abbiamo la storia del detective Jack Hoskins (Marc Menchaca) il cui nome dovrebbe davvero essere Jackass (Jack+Ass=Jack+Culo).

È un vero bastardo, Jack Hoskins, e un ubriaco pigro. 

Alla fine dell’episodio precedente, un contadino scopre i vestiti in una stalla, coperti da una sorta di fluidi liquidi. 

Il GBI si presenta questa settimana per eseguire la medicina legale e Hoskins viene chiamato a rappresentare il Cherokee Creek PD.

Si lamenta di dover guidare – è a un’ora di distanza e preferisce non fare nulla – e poi si ferma allo strip club per molestare le ballerine prima del lungo viaggio. 

Quando raggiunge il fienile è buio. Non so te, ma non vorrei presentarmi in uno strano fienile al buio, anche se non fossero stati trovati i vestiti dell’assassino di un povero bambino massacrato.

Ma Jack ignora il pericolo fino a quando la sua torcia non brilla sulla figura di un uomo, che se ne va di nuovo in un battito di ciglia.

 È incappucciato e quasi senza dubbio è lo stesso strano uomo che abbiamo visto in tribunale e fuori dalla casa di Peterson. 

Jack respira pesantemente, quando all’improvviso l’uomo è dietro di lui e gli fa qualcosa dietro al collo. 

Non siamo sicuri di cosa, ma in seguito vediamo Jack vivo con quella che sembra un ustione sulla nuca.

L’ustione peggiora, bolle e crepe, in ogni scena in cui lo vediamo durante l’episodio. 

Lo sentiamo parlare da solo, implorare, ripetere ripetutamente che farà tutto ciò che serve. 

“Qualunque cosa tu voglia.”

Come se stesse parlando con qualcuno.

Jessa

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

Nel frattempo, la più giovane delle figlie di Maitland, Jessa (Scarlett Blum) dice a sua madre, Glory Maitland (Julianne Nicholson) che l’uomo che continua a vedere ha un messaggio per Ralph e che lei dovrebbe darglielo. 

Quindi Glory, ancora comprensibilmente amareggiata per il modo in cui Ralph tratta il caso del marito ormai morto, lo invita a malincuore. 

Si assicura che sia presente il suo avvocato, Howie (Bill Camp). Ralph porta sua moglie Jeannie (Mare Winningham), il che si rivela utile. Mi piacciono molto sia Ralph che Jeannie e la loro relazione, anche se so che è stata forgiata dalla tragedia e dalla morte del figlio.

Jessa dice a Ralph che il messaggio dell’uomo era semplicemente che doveva smettere. 

È criptico e Ralph cerca di scavare più a fondo ma Glory non lo permette. È solo un brutto sogno e basta, insiste. 

Alla fine, cede e permette a Jeannie – non a Ralph – di interrogare sua figlia. 

Jessa le dice che inizialmente l’uomo assomigliava a suo padre, ma poi con la visita più recente gli sembrava qualcun altro: più muscoloso e “inchiostrato” (tatuaggi, immagino).

Glory è ancora convinta che sia tutto solo un sogno, ma Ralph non è così sicuro. 

Le impronte digitali

Il detective della GBI Yunis Salbo (Yul Vazquez) incontra Ralph in una tavola calda e esamina le prove del fienile. 

Le impronte di Terry sono su tutta la fibbia della cintura, ma c’è qualcosa di strano. 

Alcune delle impronte sono una corrispondenza normale, ma altre si sono degradate come se fossero state lasciate da un uomo di 90 anni. 

Ralph chiede se potrebbe essere perché Terry ha toccato la cintura solo in fretta, ma non è così. 

L’unica spiegazione è un’altra impossibile: in qualche modo un antico Terry gestiva quella fibbia della cintura. Non ha senso.

Holly Gibney

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

The Outsider di HBO ha presentato l’esclusiva Holly Gibney, un personaggio che sa molte cose sulle macchine e un po ‘sull’occulto, che, ammette, probabilmente include se stessa. Il suo nome è uno che i fedeli leali di Stephen King riconosceranno quasi sicuramente, poiché il suo personaggio è già stato adattato nella serie Mr. Mercedes , anche se, come puoi vedere nell’immagine sopra, i due ritratti sono piuttosto diversi.
Gibney, infatti, non è un personaggio unico nell’universo di Stephen King. Oltre al suo ruolo da protagonista in The Outsider (mentre entra nello spettacolo nel terzo episodio di dieci, ci vogliono circa 300 pagine per mostrarsi nel libro), appare in tutta la sua serie di Bill Hodges.

Quella serie è una trilogia poliziesca, anch’essa scritta da King, composta da Mr. Mercedes (2014) Finders Keepers (2015) e End of Watch (2016) (Apparirà anche nell’imminente If it Bleeds). Nella trilogia, Holly assiste il detective in pensione Bill Hodges nel rintracciare un serial killer. Shes ha descritto come un genio del computer sulla quarantina, e implica che a Holly sia stata diagnosticata una qualche forma di disturbo ossessivo compulsivo, o forse un disturbo dello spettro autistico.Nei romanzi, Gibney è bianca. Ha recitato nella serie Audience Network, Mr. Mercedes, basata sul primo libro di Holly Gibney, di Justine Lupe (nota anche come Willa nella successione della HBO). Quindi, sì, se il nome Holly Gibney sembra familiare, allora probabilmente guardi troppa televisione. Altrimenti, sappi che il suo è un personaggio con più ritratti sullo schermo.

Ma passiamo alla serie The Outsider

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

Questo episodio di The Outsider introduce un nuovo personaggio cruciale. 

L’investigatrice privata Holly Gibney (Cynthia Erivo) è un’oca strana, non c’è dubbio. 

Alec Pelley (Jeremy Bobb) la consiglia vivamente e la assumono per andare a Dayton per indagare sulle strane coincidenze che hanno portato Terry e la sua famiglia lì insieme al furgone rubato.

Gibney è molte cose. È estremamente OCD e qualcosa di geniale.

Guida fino a Dayton (ha troppa paura di volare per prendere un aereo) da Chicago e inizia le sue indagini. 

Il primo posto in cui si dirige è la casa di cura dove vive il padre di Terry. 

La donna alla reception dice che solo la famiglia può visitarlo, e che è stufa di tutti questi giornalisti che vanno lì, rapidamente le cose vanno male e la signora alla scrivania la accusa di far parte della stampa e le chiede di andarsene.

the outsider -1x03-terzo episodio-hbo-stephen king

All’inizio pensiamo che questo abbia a che fare con Terry, ma la donna pensa che sia ancora vivo e Holly è sconcertata. 

Quale incidente ha portato tutti questi giornalisti a presentarsi nella casa di cura? 

Quindi inizia a scavare e scopre che uno dei membri del personale – un giovane uomo di colore – è stato arrestato e condannato per aver ucciso due bambini nello stesso periodo in cui Terry ha visitato Dayton.

Questo è lo stesso uomo che vediamo nella prigione all’inizio dell’episodio, che si uccide alla fine dell’episodio piuttosto che lasciare che un altro detenuto compia l’atto. 

Il mistero si approfondisce ancora una volta. Un altro caso di omicidio di un bambino, questa volta a Dayton, Ohio, poche settimane prima dell’omicidio di Cherokee Creek, in Georgia. 

L’unica connessione è Terry Maitland e il furgone, e forse lo strano taglio che ha avuto da un’infermiere di sesso maschile quando ha visitato suo padre.

Sembra sempre più probabile che qualcuno, o qualche cosa: è in qualche modo uccidendo questi bambini come uno che prende le identità di uomini come Terry Maitland e l’uomo dalla casa di cura, le loro impronte digitali e il DNA, in sostanza, li incornicia e quindi passa a nuove vittime.

La domanda è: che forma ha assunto questo impostore ora? E quando ucciderà di nuovo?

Verdetto

Mi sto davvero godendo questo adattamento del romanzo di Stephen King. Adoro questa svolta lenta. 

Sono molto curiosa di vedere come saranno altri sette episodi dalla storia, però. Dopo aver letto il libro, sembra che buona parte della trama sia già stata raccontata.

Spero che non ci sia troppo riempitivo, anche se suppongo che non mi dispiacerebbe se hanno apportato alcune modifiche o aggiunte per tenerci in punta di piedi. Per fortuna, ho dimenticato solo i dettagli per rimanere incollata sul mio divano.